Non si può progredire con passo risoluto verso uno stile di vita sostenibile se non si presta attenzione ai piedi. Nonostante si continui a scommettere per le fonti di energia pulite, la mobilità ecologica o il riciclaggio (link: ), la strada verso una società che si prende cura del suo ambiente si ferma se non si tiene conto di una cosa così semplice, ma di enorme impatto, come il paio di scarpe che si indossano.

Che cosa le rende così importanti? Perché dovremmo acquistare scarpe ecologiche? Di seguito, qualche indizio.

La produzione delle calzature: un duro colpo all’ambiente

Con più di 20 miliardi di paia di scarpe prodotte ogni anno nel mondo, sapere ciò che ciascuno di esse presuppone in termini di impronta di carbonio è fondamentale: solo per ogni paio, le emissioni superano i 10 chili di media, secondo il progetto O2Shoe.

Se si procede all’ampliamento dello spettro, il settore rilascia ogni anno 250 milioni di tonnellate di C02. La fase più pericolosa, ma non l’unica, è la produzione di componenti per un’industria che, inoltre, non è estranea alla delocalizzazione. Tale circostanza aumenta i fattori che entrano in gioco quando si indossano delle scarpe sostenibili e quando si decide per quelle convenzionali.

La massima distanza fra i centri di fabbricazione e i mercati spinge all’aumento delle emissioni, in questo caso a causa del trasporto. Inoltre, la storia di molte scarpe presenti nelle vetrine è quella dell’abbondanza di prodotti chimici per la loro produzione.

L’applicazione di regolamenti in tema ambientale e di lavoro permissivi, in luoghi come la Cina o l’India, li hanno trasformati in centri di produzione. In questi luoghi, l’utilizzo delle fonti energetiche fossili per i processi di produzione, o l’applicazione di prodotti tossici per incollare o colorare i pezzi sono ormai all’ordine del giorno. L’equazione potrebbe rompersi, per evitarlo, è necessario predominare sui mercati di prossimità o i fabbricanti trasparenti nelle loro catene di produzione, esigenza che cresce e per la quale sono state avviate delle iniziative come questa.

Però, quando si cambia di scarpe, per cambiare questa dinamica, sarà necessario anche puntare su una scarpa prodotta artigianalmente e con prodotti naturali, riciclati e riciclabili. In tali processi, l’incollaggio si trasformerà in cucitura; le tinture chimiche in vegetali, e la plastica in materiali organici. Oltre all’attenzione da prestare alla confezione, che può influire anch’essa sulle emissioni.

Vegetariano, solo nei confronti del cibo?

L’industria convenzionale delle calzature influisce non solo sull’ambiente e sulle persone, ma anche sugli animali. Sei vegetariano ma non hai fatto attenzione al tipo di scarpa che indossi? Se è così, comincia a controllare le etichette perché sono molte le specie che non sfuggono allo sfruttamento in questo settore, che partecipa insieme ad altre al sacrificio degli animali.

Un negozio di scarpe sostenibile e al suo interno, le scarpe vegane, offre alternative per coloro che non sono disposti a utilizzare più scarpe che non siano al 100% prive di componenti animali.

In questo senso, El Naturalista possiede una linea di scarpe vegane  che si caratterizza per non avere nessuna traccia di componenti animali, sia nella fodera e nel taglio sia nel trattamento e finitura del prodotto finale.

Scarpe vecchie? L’inquinamento va avanti come nulla fosse

Adesso che sei più informato sulle calzature ecologiche, cambierai le tue scarpe vecchie per altre più ecofriendly? Attenzione, perché l’impatto va avanti come nulla fosse. Questo perché in molte occasioni la scarpa inutilizzata finisce fra i rifiuti e, pertanto, nelle discariche.

Durante il processo di degradazione, che può durare due secoli, i chimici utilizzati per la sua fabbricazione vengono assorbiti dal terreno e dalle acque e di conseguenza, per consentire il disintegrarsi della scarpa, la sua impronta continua a perdurare nel tempo. Non vuoi essere coinvolto in questo processo? Ecco un altro motivo per scegliere una scarpa ecologica, priva di prodotti chimici e fabbricata con materiali naturali e biodegradabili.

Presso El Naturalista  sono responsabili e si prendono cura dell’ambiente, attraverso la ricerca costante, creando e innovando per raggiungere una scarpa di alta qualità e sostenibile. Infatti, tutti i suoi centri di produzione sviluppano iniziative al fine di contrastare gli effetti del cambiamento climatico, il risparmio energetico, l’efficienza nell’uso dell’acqua  e di tutte le risorse, così come di una corretta gestione dei rifiuti.

Inoltre, sono migliorati anche nell’utilizzo di materiali, tramite l’uso di materie prime più naturali e il riutilizzo delle eccedenze.

Se fra questi motivi hai trovato quello che ti stimola verso questo tipo di scarpa, favorire l’acquisto cosciente e la resistenza del prodotto contribuirà a tutto ciò. Pensa che, solo in Spagna, si vendono 102 milioni di scarpe l’anno. Come e con che cosa vengono prodotte? Sono domande che dovrebbero sorgere spontaneamente per progredire, anche con i piedi, verso una società più responsabile e sostenibile.

 

Compartimos conocimiento sobre ecologia, reciclaje, energias renovables, medio ambiente, eficiencia energetica y desarrollo sostenible. En EcoInventos descubrirás como será el futuro sostenible.